Sintesi dei nuovi incentivi statali per l’acquisto di automobili

Sono stati introdotti dal 1° agosto al 31 dicembre 2020, nuovi contributi statali in aggiunta a quelli già in essere, per chi acquista, anche in locazione finanziaria, un veicolo nuovo di fabbrica.

Si tratta dei ben noti eco-incentivi auto previsti dal Decreto Rilancio (articoli 44 e 44 bis), che ha modificato l’articolo 1, comma 1031, della legge 145/2018, introducendo lo sconto sul prezzo di acquisto della nuova auto, che viene parametrato alle sue emissioni e all’eventuale rottamazione di un veicolo usato.

Esauriti i primi fondi, che ne volesse fare richiesta può presentare domanda al fine di attingere al plafond messo a disposizione dal Decreto Agosto (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto) per il rifinanziamento della misura. L’agevolazione resta confermata come sconto diviso in due parti:

  • un contributo statale,
  • uno sconto del concessionario.

Con il Decreto Agosto si introducono delle leggere modifiche al contributo statale, con un ulteriore spinta sulla mobilità green per gli acquisti successivi al 15 agosto. Per le vetture comprate prima, restano invece validi gli eco-incentivi auto:

  • fino a 10.000 euro per vetture ibride ed elettriche;
  • fino a 3.500 euro per veicoli Euro 6 (emissioni di CO2 fino a 110 g/km), anche benzina e diesel.

Eco-incentivi auto fino al 14 agosto

Per le auto Euro 6 con prezzo di listino inferiore a 40.000 euro IVA inclusa è pari al massimo a:

  • 1.750 euro senza rottamazione, di cui 750 a carico dello Stato e 1.000 del concessionario;
  • 3.500 euro con rottamazione del veicolo vecchio di almeno 10 anni (1.500 bonus statale e 2.000 di sconto del concessionario).

Per l’acquisto di veicoli a basse emissioni (CO2 da 0 a 20 e prezzo massimo di 61mila euro) il contributo delle auto acquistate fino al 14 agosto può arrivare a:

  • 6mila euro senza rottamazione di cui 1.000 di sconto del concessionario e 5.000 di aiuti di Stato;
  • 10mila euro con rottamazione a fronte di uno sconto di almeno 2.000 euro da parte del concessionario e 8.000 di aiuto governativo.

Per acquisto fino alla stessa data di auto con emissioni di CO2 da 21 a 60 g/km e prezzo massimo di 61mila euro, il contributo è pari al massimo a:

  • 3.500 euro senza rottamazione di cui 2.500 euro da parte dello Stato e 1.000 da parte del concessionario;
  • 6.500 euro con rottamazione (4.500 di aiuti di Stato, più 2.000 di sconto del concessionario).

Oltre a rifinanziare gli eco-incentivi, il Decreto Agosto prevede, per le vetture con emissioni da 61 a 90 g/km, altri 250 euro in più rispetto a quanto già disposto dal Decreto Rilancio, mentre per le auto elettriche introduce un ulteriore bonus di 2mila euro con rottamazione ed altrettanti dal concessionario, (la metà senza rottamazione).

[Total: 1   Average: 5/5]
This entry was posted in news professionali. Bookmark the permalink.